salta al contenuto

Atti di straordinaria amministrazione per minori

COS’È

I genitori non possono compiere atti di straordinaria amministrazione (vendere, ipotecare o dare in pegno beni del figlio, accettare o rinunziare ad eredità, accettare donazioni, promuovere giudizi, ecc.) nell’interesse del figlio, se non con l’autorizzazione del Giudice Tutelare, il quale valuta la necessità o utilità del figlio minore o nascituro.

CHI

L’istanza deve essere presentata dai genitori congiuntamente o da quello di essi che esercita, in via esclusiva la patria potestà.

COME

Per gli atti di straordinaria amministrazione per minori va presentata istanza al Giudice Tutelare del luogo di residenza del minore.

DOCUMENTAZIONE

Istanza, tramite Modelli:

Occorre allegare alla domanda la seguente documentazione in base alle diverse richieste:

  • documentazione della somma da riscuotere e/o originale dell’atto di quietanza;
  • documentazione delle spese sostenute ed eventualmente da sostenere;
  • eventuale testamento;
  • documentazione sulla passività dell’eredità;
  • perizia asseverata con materiale fotografico descrittivo dell’immobile da vendere e da acquistare;
  • atti di causa;
  • perizia asseverata di valutazione dell’impresa;
  • eventuale documentazione ulteriore relativa all’atto da compiere.

DOVE

Cancelleria Volontaria Giurisdizione – III Piano - Stanza 308

  • Responsabile: dott. Giovanni SISTO;
  • Addetto: sig.ra Rosanna ANTONACCI.

COSTO

  • Esente da contributo unificato;
  • € 27,00 diritti forfetizzati per notifiche.

TEMPI

10 giorni circa.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Art. 320 c. c..