salta al contenuto

Dichiarazione di assenza

COS’È

Quando sono trascorsi due anni dal giorno in cui una persona non è più comparsa nel luogo del suo ultimo domicilio o residenza e non se ne hanno più notizie, il Tribunale può dichiarare l’assenza dello scomparso.

L’effetto è quello di poter aprire gli atti di ultima volontà dello scomparso e immettere gli aventi diritto nel possesso temporaneo dei beni o nell’esercizio temporaneo dei diritti.

CHI

I presunti successori legittimi e chiunque creda di avere sui beni dello scomparso diritti che dipendono dalla morte dello stesso.

COME

La domanda deve essere presentata al Tribunale del luogo dell’ultimo domicilio o dell’ultima residenza dello scomparso.

DOCUMENTAZIONE

  • Presentazione del ricorso secondo il Modello “Ricorso per dichiarazione di assenza, nel quale devono essere indicati:
    • il nome;
    • il cognome;
    • la residenza dei presunti successori legittimi dello scomparso e, se esistono, del suo procuratore o rappresentante legale.
  • Alla domanda deve essere altresì allegata la seguente documentazione:
    • atto di nascita;
    • stato di famiglia;
    • certificato di irreperibilità dello scomparso;
    • verbali di ricerche delle Forze dell’Ordine e loro esito.

DOVE

Cancelleria Volontaria Giurisdizione – III Piano - Stanza 308

  • Responsabile: dott. Giovanni SISTO;
  • Addetto: sig.ra Rosanna ANTONACCI.

COSTO

  • € 98,00 contributo unificato;
  • € 27,00 diritti forfetizzati per notifiche.

Esente da contributo unificato se è relativa a un minore.

TEMPI

Un mese circa.

RIFERIMENTI NORMATIVI

  • Artt.49 sgg. c.c.;
  • artt.721, 722 e 190 c.p.c..