salta al contenuto

Cenni storici

Il Tribunale di Aosta fa parte del Distretto della Corte di Appello di Torino, che comprende gli uffici giudiziari della Regione Piemonte e della Regione Valle d’Aosta.

Il Distretto è stato oggetto, come altri del territorio nazionale, della Riforma della Geografia Giudiziaria divenuta effettiva il 13 settembre 2013. All’interno del Distretto, il Tribunale di Sorveglianza ed il Tribunale per i Minorenni (con sede a Torino) hanno competenza estesa a tutto il territorio della Corte d’Appello. Operano, invece, su una base territoriale più ristretta dieci Tribunali ordinari (tra cui Aosta), altrettante Procure della Repubblica, nonché gli Uffici dei Giudici di Pace.

Anteprima foto -

La figura seguente rappresenta le diverse circoscrizioni in cui è suddiviso attualmente il Distretto.

 

Il Tribunale di Aosta è collocato presso il Palazzo di Giustizia di Aosta, che è situato all’interno del quadrante sud-est della cinta muraria romana, nell’odierna via C. Ollietti.

L’edificio venne ideato su incarico del Municipio di Aosta dall’ingegnere comunale Umberto Rossi, coadiuvato dal geometra Ferruccio Vogliano. I lavori, avviati nel 1931 sono stati completati nel giro di un anno. Il regime fascista non perse la propagandistica occasione di far coincidere la data dell’inaugurazione del Palazzo di Giustizia aostano con l’anniversario della marcia su Roma (28.10.1932).

Come la realtà circostante, il Palazzo riprende lo stile eclettico, in parte influenzato dall’Art Nouveau, che caratterizza anche opere ben più riuscite, quali il Palazzo già della Provincia e la sede della Banca d’Italia.

In questo senso il Palazzo di Giustizia, peraltro piuttosto mediocre sotto il profilo strettamente estetico, si stacca in parte dall’edilizia pubblica che sorge in quegli anni in Italia ed anche ad Aosta stessa, architettonicamente più rigida ed essenziale: si pensi, in Aosta, al vicino Palazzo delle Poste, o all’ex casa Littoria in Piazza della Repubblica, riconducibili ad una concezione razionalista, piuttosto che monumentalista, dell’architettura.

Anteprima foto -

L’immobile è poi stato sopraelevato di un piano negli anni 80, ed è oggi adeguato alle esigenze degli uffici che ospita. Esso si trova attualmente in condizioni di manutenzione precarie, nonostante le numerose richieste di intervento formulate attraverso la Conferenza dei Servizi (cfr. da ultimo, verbale conf. serv. in data 29.11.2017, allegato 10). Oltre agli uffici del Tribunale, sono collocati presso il Palazzo di Giustizia anche quelli della Procura della Repubblica e la Segreteria dell’Ordine degli Avvocati.

Gli uffici del Giudice di Pace si trovano invece in un Palazzo moderno, ampiamente sovradimensionato, sito alla periferia orientale della città, in zona peraltro ancor più congestionata del centro storico.

Gli ufficiali giudiziari sono ospitati, infine, in un appartamento di un condominio a circa 500 metri ad est del Tribunale, immediatamente fuori dalle mura romane. Mentre il Comune di Aosta mette a disposizione a titolo gratuito l’edificio che accoglie i giudici di pace (e che potrebbe agevolmente ospitare anche gli ufficiali giudiziari), l’appartamento che utilizzano questi ultimi è di proprietà privata, con conseguente corresponsione di un non lieve canone di locazione.